Rischi in cucina, quali sono e come ridurli?

December 15, 2016

 

Rischi in cucina

 

Gli Infortuni nel settore ristorazione-alberghi, come riportano i dati dell’ Inail, sono ancora molti e riguardano specialmente i ristoranti. Infatti “un infortunio su tre avviene nei ristoranti (seguono mense, alberghi, bar, villaggi turistici e campeggi) e le cause più frequenti sono scivolamenti, movimenti bruschi o uso improprio di utensili e attrezzature, che possono provocare gravi danni alla colonna vertebrale, alle caviglie o alle mani”.

In particolare i cuochi rientrano tra le categorie di lavoratori maggiormente colpiti da incidenti sui luoghi di lavoro, seguiti da camerieri, inservienti, baristi, rosticcieri e pizzaioli”.

 

 

 

Quali sono i principali rischi in cucina e come ridurli?

 

  • rischio da urti, caduta e scivolamento dovuti alla presenza di oggetti fuori posto, pavimenti scivolosi o danneggiati e all’ uso di scarpe non adatte. Occorre garantire ordine negli ambienti di lavoro, evitare la presenza di cavi di alimentazione lungo i passaggi, garantire un’adeguata illuminazione, controllare regolarmente che i pavimenti non siano danneggiati; dotare il lavoratore di calzature idonee.  

 

  • rischio da taglio  per utilizzo scorretto di affettatrici, tritacarne, taglia cotolette, sega ossi, coltelli, strumenti per spellare, e per grattare. Occorre verificare costantemente lo stato di funzionalità e l’igiene di macchine, strumenti e attrezzature; dotare il lavoratore di guanti antitaglio.

 

  • rischio da ustione  per l' utilizzo scorretto di forni elettrici, a microonde, macchine bar.Occorre dotare il lavoratore di guanti anticalore.

 

  • rischio microclimatico per accesso o permanenza non idonea in ambienti umidi, eccessivamente caldi o freddi. 

    Per questa ragione le porte delle celle ad esempio devono essere  apribili dall’interno (“in caso di porte scorrevoli garantire la presenza di altre porte a battenti”), provviste di illuminazione di emergenza e di un impianto di allarme azionabile all’ interno della cella. Occorre  dotare il lavoratori scarpe antiscivolo, guanti, giacche termiche.

 

  • rischio movimentazione manuale dei carichi per movimenti inidonei in fase di carico/scarico e stoccaggio merci. Inoltre, occorre  fare in modo di migliorare le condizioni ergonomiche negli ambienti di lavoro con e informare il lavoratore.

 

  • rischio chimico per un uso errato di prodotti chimici durante le operazioni di sanificazione di locali e attrezzature.Quando possibile, sostituire i prodotti pericolosi e dotare il lavoratore di guanti, mascherina, occhiali protettivi.

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

COMUNICAZIONE

3406995105

Dott. Cazzato Dario Tommaso

Via Santa Sofia 164

47521 Cesena FC

P.IVA 04215820400

C.F. CZZDTM9S24L419R

 WEBMARKETING & COMUNICAZIONE
 

SICUREZZA & FORMAZIONE  

Dario

SICUREZZA